Search
Monday 10 December 2018
  • :
  • :

Castellammare di Stabia

CITTÀ DALLE 28 SORGENTI E I DUE PORTI TURISTICI

A cura di Dario Lari

 

Città delle acque con 28 sorgenti, di terme, scavi archeologici, Monte Faito, mare, due porti turistici, Regio Cantiere Borbonico oggi Fincantieri, dalle antiche tradizioni culinarie. Porta della Penisola Sorrentina, a due passi da Pompei e a poche miglia nautiche da Capri, a metà strada tra Napoli e Salerno, a circa 30 km dall’aeroporto napoletano di Capodichino. Castellammare di Stabia, città del turismo. Una località unica, dove si fondono storia e cultura, mare e montagna, tradizioni e folklore. Situata al centro del Mediterraneo, gode di un magnifico panorama tra mare e Vesuvio.

La sua posizione strategica è stata sfruttata storicamente. I Romani si insediarono nell’antica Stabiae, borgo già popolato dall’VIII secolo a.C., sotto l’influenza di Greci, Etruschi e Sanniti. Il clima favorevole, i fertili terreni di origine vulcanica di tutto l’Ager Stabianus e l’abbondanza di acqua fecero crescere velocemente Stabia, una delle città sepolte e distrutte dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.C., raccontata da Plinio proprio dalla sponda stabiese del Golfo.

Le testimonianze archeologiche sono ben visibili tra gli Scavi delle lussuose ville romane. Nel 1086 compare per la prima volta la denominazione di Castrum ad Mare, ma prima con gli Aragonesi e Farnese, poi con i Borbone (che avevano una delle residenze reali nella Reggia di Quisisana) cresce il prestigio di Castellammare di Stabia, tra le mete del Grand Tour e ricordata anche da Gustave Flaubert e Madame Bovary. Tra le prime stazioni ferroviarie italiane, vanta il cantiere navale più antico d’Italia, dove è stata costruita la Nave Scuola Amerigo Vespucci.

Dagli anni ’50 meta prediletta per il turismo termale, con due stabilimenti – Antico e Nuovo, ora in ristrutturazione – con 28 fonti diverse di acque minerali.

Oggi Castellammare di Stabia è nota per i suoi due porti turistici – Marina di Stabia e Stabia Main Port – approdi per i nababbi del lusso per i tour tra Pompei, Capri, Sorrento e la Costiera Amalfitana.

 

Marina di Stabia

Il porto turistico Marina di Stabia è di nuova generazione, con 1400 posti barca da 8 metri fino a 85 metri, coniuga uno stile moderno, elegante ed efficiente. Progettato dalla Conti & Associati, Marina di Stabia vanta 1500 posti auto con parcheggi ed aree vigilate, una moderna officina nautica, con darsena per le riparazioni e 3 scali di alaggio e varo. Il moderno yacht club, con piscina, solarium e ristorante con chef stellato, è il fiore all’occhiello del moderno porto turistico diventato riferimento per la clientela italiana e straniera, locale e internazionale. All’interno del porto turistico sono presenti un’area palestra e campetti di basket, la torre di controllo con annessa area bar.

 

Stabia Main Port

Stabia Main Port nasce dalla riconversione dell’antico bacino borbonico situato al centro della città di Castellammare di Stabia, quale approdo sicuro per superyacht e giga yacht con la possibilità di ormeggiare di poppa unità da 24 a 85 metri e a murata unità anche oltre i 150 metri con un pescaggio di 9 metri e grande spazio di rotazione per le manovre dei superyacht. Grazie alla sinergia con i circoli dell’area gli ospiti di Stabia Main Port possono usufruire a pochi passi dalla banchina di campo da tennis, palestra, spa e piscina. A pochi metri dal porto si trovano uffici postali, banche, tabacchi, bar, ristoranti, pizzerie, minimarket, cinema, teatri ed area shopping. A piedi in pochi minuti è possibile raggiungere la stazione (15 minuti da Sorrento, 10 minuti da Pompei, 40 minuti da Napoli) e la funivia che anche di notte conduce al Monte Faito.

 

Monte Faito – Funivia

Il Monte Faito fa parte della catena dei Monti Lattari ed è il polmone verde che sovrasta Castellammare di Stabia. La sua cima è collocata a 1131 metri d’altezza e la zona abitata, con locali, ristoranti, bar e alberghi, è raggiungibile per tutto il periodo estico – da aprile a ottobre – direttamente dal centro di Castellammare di Stabia, grazie alla Funivia. Un viaggio suggestivo che dura meno di 10 minuti, sospesi su un panorama mozzafiato. Inaugurata il 24 agosto 1952, la funivia del Faito collega la città di Castellammare di Stabia con il Monte, da sempre luogo di vacanza, meta di svago, soprattutto nel periodo estivo, di centinaia di abitanti delle zone limitrofe. L’impianto è stato completamente rinnovato negli anni ’90 e ristrutturato di recente, per renderlo ancora più sicuro e funzionale. Ogni mezz’ora, dal mattino alla sera, partono contemporaneamente le corse per il trasporto di circa 30 passeggeri. Tra luglio e settembre, ci sono corse aggiuntive fino a sera.

 

Scavi di Stabia

Stabiae, l’odierna Castellammare di Stabia, fu una delle mete preferite dai patrizi romani, tanto che il suo territorio fu costellato di numerose ville residenziali. Scoperta nel 1749 dagli scavatori borbonici, Stabiae, sin dall’inizio, si contraddistinse come luogo di eccellenza: affreschi, statue e suppellettili preziose vennero raccolte nel Museo Borbonico. Nel 1950 che due ville, villa San Marco e villa Arianna, furono riportate parzialmente alla luce dal preside Libero D’Orsi. Le due ville sono visitabili tutti i giorni e si possono apprezzare le capacità progettuali degli architetti romani che le realizzarono con ardite soluzioni tecniche e inserendo perfettamente le ville nel paesaggio. Oggi il sito di Stabiae è al centro di un grande progetto internazionale, con una mostra itinerante che ha raccolto circa 200 reperti che fanno il giro del mondo in diversi musei, a partire dall’Ermitage di San Pietroburgo.

 

Cantieri Navali

Il cantiere navale di Castellammare di Stabia, fondato nel 1783, è la più antica industria italiana, nonché il più antico e longevo cantiere navale d’Italia. Ancora oggi costituisce un tassello importante nell’economia stabiese ed è gestito dalla Fincantieri. Sempre all’avanguardia nell’utilizzo delle nuove tecnologie sviluppatesi nel corso degli anni, il cantiere vide la luce con i Borbone, che trasferirono a Castellammare di Stabia prima il Regio Arsenale, poi la costruzione di vascelli da guerra. Ingrandito da Gioacchino Murat, cominciò a produrre più navi belliche, anche se negli anni ha visto la nascita di numerose imbarcazioni di diversa tipologia tra cui navi da guerra e da trasporto merci o passeggeri. Insieme a quelli di Ancona e Palermo, è attualmente riservato alla costruzione di navi da trasporto. Tra le navi più importanti varate nel cantiere stabiese troviamo prima su tutte l’Amerigo Vespucci, nave scuola della Marina Militare, ma anche le 3 Caio Duilio, la Vittorio Veneto, fino ai più recenti traghetti Cruise Roma e Cruise Barcelona, i più grandi del Mar Mediterraneo. Va ricordato anche il completamento del batiscafo Trieste di Auguste Piccard.

 

Villa comunale e spiagge

La Villa Comunale di Castellammare di Stabia è ormai un punto di riferimento della “movida” della città. Decine di locali si affacciano sul lungomare stabiese, una passeggiata irrinunciabile per chi vive o visita la città. La Villa fu realizzata nella seconda metà dell’800 dal materiale di risulta della demolizione della vecchia muraglia difensiva che circondava la città. Agli inizi del ‘900, su progetto dell’architetto Eugenio Cosenza, fu realizzata la Fontana dei Tritoni. Tra le strutture più caratteristiche c’è la Cassarmonica, o padiglione musicale, inaugurata il 28 aprile 1900, più volte ristrutturata e ora in fase di restyling. I lidi balneari, però, sorgono in particolare nella zona di Pozzano, dove esistono decine di stabilimenti dove poter far un tuffo in un’acqua limpida. Alcune spiagge sono attrezzate anche con docce di acqua sulfurea.

 

Dove mangiare

A Castellammare di Stabia si trovano diversi locali dove poter mangiare bene, in particolare pietanze di pesce e pizza gourmet. Si parte dallo Chalet Mariarosaria, locale caratteristico che sorge nella zona delle fonti dell’Acqua della Madonna, nel quartiere del porticciolo. A poca distanza da Stabia Main Port, serve insalate e piatti tipicamente marinari a prezzi modici. Mare, terra e pizza gourmet, invece, sono le specialità che si possono gustare al ristorante pizzeria Le Tre Vele, sempre al centro di Castellammare di Stabia. Un tuffo nelle tradizioni, con un tocco di creatività e prodotti d’eccellenza che rendono unici sia primi e secondi piatti, che la tradizionale pizza. Infine, per chi ama le stelle, alle spalle del lungomare della villa comunale, sorge il ristorante Piazzetta Milu, una Stella Michelin, riconoscimento conseguito per il secondo anno consecutivo, con lo chef Luigi Salomone alla guida della brigata di cucina nel locale della famiglia Izzo.

 

Piazzetta Milu

Corso A. De Gasperi, 23

Castellammare di Stabia (NA)

081 871 5779

www.piazzettamilu.it

 

Le Tre Vele

Via Padre Massimiliano Kolbe, 24

Castellammare di Stabia (NA)

Ph. +39 08118497020

Mobile +39 3668967339

info@letrevele.com

www.letrevele.com

 

Chalet Mariarosaria

Via Caio Duilio (Acqua della Madonna)

Castellammare di Stabia

392 929 8935

www.chaletristobar.it